Stampa

Viola si racconta ai bambini

«Ogni bambino è uno “scopritore”, un uomo che nasce da una nebulosa come un essere indefinito e splendido che cerca la propria forma»

(Montessori)

 

Ecco come Marco, appena 8 anni, ha interpretato la storia

 
   

Resta molto colpito dall’abbandono  e comprende che questo impedisce  a Viola di crescere.

 
   Marco 1  

Marco 2

 

Percepisce il sogno di trovare

il principe azzurro

che però si rivela

essere un rospo.

 

 Marco 3    

Vede l’importanza della casa come

momento di “accoglienza”

e percepisce l’importanza di una guida nella

“donna misteriosa"

   
 

“Doveva provare l’amore” perché anche secondo Marco,

se l’amore non si vive non si può dare.

       
 

Ed ecco la finestra sul mare che le permette di piangere

e di capire quello che era.

       

Marco comprende quanto è importante

l’accoglienza della persona in difficoltà

e lo esprime con delle semplici parole:

“sorriso e una mano”

Resta affascinato dalla parola

“SI RACCONTAVA

 

 

 

A”